Dot.CAD

Sprigionare l'estro attraverso le sfumature dei colori
Quanti colori esistono in natura? Tanti quante le stelle del cielo, risponderebbero i poeti. Un indumento nasce dalla sensibilità dei disegnatori, dalla loro capacità di tradurre un’emozione in qualcosa di reale. E le sfumature sono l’essenza dell’unicità, impossibile rinunciarvi. Dot.CAD è lo strumento dei creativi, dei poeti del tessuto che ci fanno sognare con i loro abiti.


Il modulo Dot.CAD è stato concepito per riprodurre il più fedelmente possibile il campione di tessuto senza doverlo tessere, in un ambiente di disegno intuitivo e personalizzabile, aiutando gli addetti nella produzione e nello scarto, cercando di essere il più vicino possibile al loro modo di interpretare la creatività.
Gli sforzi maggiori sono stati quindi indirizzati alla gestione del colore e relativa codifica, a partire dall’acquisizione mediante spettrofotometro, fino alla riproduzione di filati semplici o composti (melange, mouliné) e alla realizzazione di un simulatore di tessuto, in stampa e in video in modo realistico ed efficace.
Una calibrazione accurata dei dispositivi di output, permette la massima fedeltà di riproduzione indipendentemente dallo strumento utilizzato.
Il provino così generato, potrà essere salvato in un catalogo prove, utile anche come fonte per il cosiddetto battezzo, ovvero per la generazione di fazzoletti a partire da provini piuttosto che dai puri dati del gestionale.

Esplorare nuovi orizzonti

Attraverso questo applicativo si spazierà dall’amministrare tutte le tabelle base (coefficienti apparenza filati, tipologie base, pettini, nota di ordito/trama) a quella delle armature; dalla definizione delle passature allo sviluppo dei cartoni; sino all’interfacciamento con apparecchiature e macchine in produzione (telai, incorsatrici, orditoi).
Particolare interesse, nel Dot.CAD, viene dato alla carta tecnica o messa in carta, che risulta quindi essere dettagliata ed esaustiva da cui si potranno inoltre generare la totalità dei dati relativi ai consumi e i dati anagrafici dei tessuti, integrabili direttamente nelle basi dati aziendali, grazie ad un’esportazione selettiva dei dati in vari formati, a seconda delle specifiche del cliente.
Il salvataggio delle prove più significative derivanti dall’utilizzo della carta tecnica, potrà essere fatto su una tabella con i relativi dati di costruzione, dando la possibilità di un’ulteriore rifinitura e messa a punto.
Il disegno è l’ambiente preparatorio per fazzoletti/provini, dove viene effettuato uno studio libero che simula graficamente gli effetti di colore. Il modulo integra una gestione fazzoletti adatta ad una creazione e ad una catalogazione immediata e flessibile di questi ultimi senza limite di trama ed ordito, esportabili inoltre in un catalogo virtuale pubblicato su web, per la realizzazione di vetrine virtuali o per la progettazione collaborativa insieme a consulenti e clienti.

Dot.CAD

Release creativity through color nuances
How many colors exist in nature? As many as the stars of heaven, would say the poets. A garment arises from the sensitivity of the designers, from their ability to translate an emotion into something real. And nuances are the essence of oneness, impossible to give them up. Dot.CAD is the tool of creative people, of those fabric poets that make us dream with their clothes.

Dot.CAD module is designed to reproduce as closely as possible a tissue sample without having to weave it, in an intuitive and customizable environment design, helping those involved in the production and waste, trying to be as close as possible to the way they have to interpret creativity.
The major efforts have been then directed to the management of color and its encoding, starting from its acquisition by spectrophotometer, until the reproduction of simple or compound (melange, moulinè) yarn and the implementation of a realistic and effective tissue simulator, in a digital or in a printed way.
Accurate calibration of output devices allows the best replication fidelity regardless of the used tool.
The sample thus generated, can be saved in a test catalog, also useful as a source for the so-called “baptize”, or for the generation of tissues starting from samples rather than from pure management data.

Exploring new horizons

Through this application it’s possible to range over from the management of base tables (yarn appearance coefficients, basic types, combs, warp / weft note) to that of weave, from the definition of drawing-in to the development of cardboards; up to the interfacing with equipment and machinery in production (looms, drawer-in, warping).
Particular interest in Dot.CAD, is given to the technical paper, which thus turns out to be detailed and comprehensive; from that it will possible to generate all the consumption data and fabric data, that can be integrated directly into corporate databases, thanks to selective export of data in various formats, depending on customer specifications.
You can save the most significant tests resulting from the use of the technical paper on a table with the related construction data, so giving the possibility of further development and fine tuning.
The drawing is a preparatory environment for tissues / samples, where a free study that graphically simulates the color effects is done. The module integrates a suitable tissue management with their creation and immediate and flexible classification, without limit of warp and weft, also exportable in a virtual catalog published on the web, for the construction of virtual showcases or for the collaborative design jointly with consultants and customers.